ORGANIZZAZIONE

Airprofil è il nome del dominio Internet di una società Francese, EAC Sarl, fondata nel 1998 dal’Ing. Francois BOUTEILLE.

Airprofil utilizza y servizi di partners Italiani e ricerca partner in ogni regione d’Italia.

Ogni volta che sara possibile, le misure o l’installazione et la manutenzione di strumenti di misura vengono fatti dai partners Italiani.

ATTIVITA IN ITALIA

Airprofil offre tre servizi minimali ma che sono spesso quelli piu efficienti per il cliente industriale :

  • Rilevamento delle fughe.
  • Audit degli usi dell’aria compressa.
  • Rilevamento fughe ed audit degli usi.

Airprofil offre una serie di cinque formazione che costituiscono il corso di :

  • Analisi funzionale del bisogno di aria compressa.

Attualmente (febraio 2013), questo corso è disponibile soltanto a Parigi ed in Francese. Ricerchiamo partners afi de proponerlo, forse al’inizio del anno 2014, anche in Italiano et in Italia!

ETICA

Airprofil ritiene che dare una formazione adeguata e continua ai propri dipendenti costituisca un obbligo etico sia nei confronti dei dipendenti che nei confronti dei clienti.

Airprofil sta lavorando per ridurre i principali rischi di incidente.

Airprofil non vuole promuovere le proprie attività attraverso la corruzione. Preferiamo che i clienti che ci scelgono lo facciano riconoscendo la qualità dei nostri servizi.

Airprofil intende stabilire un rapporto onesto ed equilibrato con i partner francesi ed esteri aiutandoli a sviluppare le loro competenze e la loro attività. Il concetto di partnership è basato sulla “divisione del lavoro” tra Airprofil e ciascuno dei partner coinvolti:

  • Airprofil svolge “studi senza strumentazione” con la partecipazione dei propri partner.
  • Airprofil svolge corsi di formazione con la partecipazione dei partner.

Airprofil è indipendente dai produttori di compressori o di altre apparecchiature.

Airprofil è indipendente da istituzioni statali che agiscono per l’efficienza energetica mediante l’attuazione della politica del loro governo.

PRINCIPALI CLIENTI

In Francia:

AIR LIQUIDE, ARCELORMITTAL, AREVA, COCA COLA PRODUCTION, DALKIA, EDF, GDFSUEZ, GENERAL MOTORS, LAFARGE, LINDE HEALTHCARE, LILLY, NOVARTIS, RIO TINTO, UNILEVER, SAFRAN, VALLOUREC.

In Italia: MANUCOR

In Germania: VALLOUREC & MANNESMANN

Nel Regno Unito: UNILEVER

In Moldavia: LAFARGE CEMENTS

In Camerun: RIOTINTO

INFORMAZIONE: L’ARIA COMPRESSA

Troverete in queste pagine informazioni di base sull’aria compressa.

PERCHE’ ABBIAMO BISOGNO DI ARIA COMPRESSA IN UNA FABBRICA ?

Airprofil distingue con attenzione tra diversi tipi di utilizzo di aria compressa in vista della loro eliminazione, ogni volta che questo risulti possibile.

Presentiamo adesso 6 tipologie di utilizzo dell’aria compressa che possono essere sostituite da una forma di energia più economica.

Utilizzo dell'energia potenziale di pressione dell'aria compressa

In primo luogo, è possibile che voi utilizziate aria compressa nel vostro stabilimento recuperando una parte dell'energia potenziale di pressione.

Questo si verifica , per esempio,su dei cilindri o degli utensili pneumatici. In questo caso, voi potrete, in generale, ricercare una soluzione alternativa all'aria compressa con rendimenti spesso molto migliori.

Utilizzo della massa d’aria dell’aria compressa

Voi potrete utilizzare anche l'aria compressa per delle applicazionipiù specifiche, come la combustione. In questo caso, quello che voi utilizzerete non è l'energia potenziale di pressione ma semplicemente la massa d'aria. In questo caso, che potrebbe essere il caso di un bruciatore in una centrale d'incenerimento, voi potrete, in generale, utilizzare dell'aria compressa a pressione più bassa, per esempio 500mbar invece di 7 bar, al fine di ridurre il dispendio di energia elettrica.

TRASPORTO E STOCCAGGIO DI ARIA COMPRESSA IN UNA RETE DI DISTRIBUZIONE

La messa in pressione dell'aria permette di trasportarla e stoccarla più facilmente rispetto all'aria a pressione atmosferica. Il trasporto attraverso una rete causa tuttavia delle perdite di pressione che impongono una pressione di scarico più elevata e dunque l'aumento del consumo di energia del compressore.

I serbatoi sono essenziali nel caso di consumi molto variabili. Nel caso della forgia o del trasporto pneumatico di polveri, il buon dimensionamento dei serbatoi più adatti è spesso più utile che ricorrere a dei variatori di velocità i cui tempi di risposta sono spesso troppo lunghi.

QUANTITA’ D’ARIA COMPRESSA NECESSARIA

Il primo componente che voi dovrete dimensionare, o utilizzare se qualcuno lo ha dimensionato per voi, è il compressore-oppure più compressori. L'esperienza dimostra che la quantità d'aria compressa necessaria dipende, almeno nelle industrie manufatturiere, dal livello d'automazione del processo. Se voi gestite una fabbrica dove una gran parte del lavoro è assicurata dal lavoro manuale dei vostri Lavoratori, allora voi non avrete bisogno che di un compressore molto piccolo. Se voi gestite una fabbrica molto automatizzata, allora è possibile che il vostro compressore sia molto più grande!

Dimensionare un compressore non è così facile come in generale le persone pensano. In una fabbrica, la maggior parte delle macchine non funzionano insieme, o almeno non consumano delle grosse portate d'aria compressa in maniera simultanea. Si può spesso ridurre la potenza installata e il consumo di potenza sottoscritta (nel contratto di fornitura) – e a volte di energia- se si può ottenere l'inibizione della marcia simultanea su alcuni grossi consumi di aria compressa- per esempio dei trasporti pneumatici di polveri.

IL COMPRESSORE D’ARIA E IL RAFFREDDAMENTO DEL COMPRESSORE D’ARIA

Un compressore è una macchina che trasforma l'energia elettrica in energia meccanica( questo è assicurato dal motore elettrico del compressore) poi in energia potenziale di pressione. Questa energia di pressione è fornita a una certa massa d'aria per unità di tempo.

Una parte dell'energia eletrica (in generale circa il 5%) è trasformata in calore durante la prima di queste trasformazioni, per questo il rendimento dei motori elettrici è inferiore al 100%. I motori vecchi , o di bassa potenza (almeno da 45 a 50 kW circa) sono suscettibili di avere rendimenti inferiori al 90% !

Non essendo il compressore una macchina ideale, una parte dell'energia meccanica sarà ugualmente trasformata in calore a causa degli attriti nel compressore stesso- circa 40 – 50%.

Se la vostra aria compressa è raffreddata alla sua temperatura di aspirazione( caso della compressione « isoterma ») allora bisogna ancora evacuare del calore.

Questo calore bisogna assolutamente evacuarlo, altrimenti aumenta la temperatura del compressore e si arresta!

Se voi avete bisogno di riscaldamento o di calore a bassa temperatura ( da 25 a 50 °C) per il vostro Processo, allora, il recupero di calore dai compressori d'aria può dar luogo ad un risparmio energetico.

Se c'è una quantità notevole di vapore acqueo nell' aria compressa aspirata, bisognerà estrarre ancora più calore al fine di condensarla allo scarico dei compressori. Nei Paesi tropicali, la superficie di scambio dei refrigeratori d'aria compressa dovrà essere aumentata del 15% in rapporto a quello che si fa in una regione temperata. Questa è senza dubbio la ragione per cui i compressori fabbricati in Belgio forniscono abitualmente, quando li si installa in Martinica, aria troppo calda difficile da seccare!

TECNOLOGIA DEI COMPRESSORI D’ARIA

Ci sono due famiglie di compressori: i compressori « volumetrici » e i compressori “dinamici”.

I compressori volumetrici sono piuttosto utilizzati per delle piccole portate ( meno di 10000m3/h) a pressioni abbastanza alte(fino a 1000 bar).

I compressori dinamici, principalmente dei compressori « centrifughi » sono più adatti per delle grosse portate (più di 5000 m3/h) a delle pressioni abbastanza basse (meno di 40 bar).

Il existe une certaine plage de recouvrement entre les deux technologies. On en parlera dans la section 6 du cours.

Vi è un certo campo di sovrapposizione tra le due tecnologie.

TEMPERATURA DI RUGIADA E ESSICATORI D’ARIA COMPRESSA

Se voi non seccate la vostra aria compressa, e se essa si raffredda nella rete di distribuzione, si andranno a condensare importanti quantità di acqua liquida nella rete di distribuzione.

GESTIRE UN SISTEMA D’ARIA COMPRESSA IN UNA FABBRICA

L’exploitation d’une centrale d’air comprimé dans une usine est une partie de l’exploitation de l’usine dans son ensemble. On peut donc affirmer que, même si c’est un domaine d’activité dont le contenu technique est important, la production d’air comprimé sera affectée par divers facteurs non techniques.

La gestione di una centale d'aria compressa in una fabbrica è una parte della gestione della fabbrica nel suo insieme. Si può dunque affermare che, anche se c'è un area di lavoro il cui contenuto tecnico è importante, la produzione di aria compressa sarà influenzata da vari fattori non tecnici.

Le procedure seguenti meritano,a nostro avviso, di essere esaminate poichè hanno spesso contribuito a creare situazioni in cui sono state riscontrate scarse prestazioni:

  • Procedure d’acquisto, di reclutamento e di formazione del Personale interno o in subappalto.
  • Procedure di manutenzione.
  • Procedure di connessione alla rete di distribuzione dell'aria compressa.

Contrariamente alle misure dei profili di consumo proposti dai fabbricanti di compressori, Airprofil non esamina solamente gli aspetti più strettamente tecnici della vostra installazione di produzione d'aria compressa, ma si concentra inoltre sulle vostre procedure e sugli indicatori relativi all’uso dell’aria compressa.

CONTATTO

Ing. François BOUTEILLE

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Portable: +33 6 12 156 155